Diventa volontario

Difficile rispondere alla domanda “chi è il volontario AIL?”.

Questo per la molteplicità dei ruoli che è chiamato a svolgere ogniqualvolta entra in contatto con un paziente e con la sua storia personale.

Amico, confidente,“infermiere”,“organizzatore”, un volontario AIL è tutto questo e non solo.

È colui che si relaziona con i medici e gli infermieri che circondano il malato, per guidarlo e sostenerlo; che comprende il contesto fisico e organizzativo, ma soprattutto emotivo di chi soffre, e sa stabilire con esso un contatto sinergico. In alcuni casi, la gravità della malattia lo costringe a mettersi in gioco molto più di quanto vorrebbe.
Ma non si tira indietro. Spesso deve resistere alle angosce profonde che inevitabilmente la malattia crea. Momenti di estrema difficoltà, da superare grazie alla rete di “alleanze” create con tutte le persone coinvolte (il paziente, i suoi familiari, i suoi amici, gli infermieri, i medici).

Ecco, il volontario è tutto questo e molto altro ancora.

Un volontario AIL collabora con la Sezione nelle molteplici attività, anche di carattere organizzativo ed amministrativo, che esse pongono in essere.
E’ pronto a donare il suo tempo per le manifestazioni di piazza che, sempre più numerose, vengono promosse sia per la raccolta dei fondi che per l’opera di sensibilizzazione alla solidarietà.

Il volontario AIL è una persona disponibile, una persona che si mette in gioco, una persona che ama.

(dal sito AIL nazionale)